mercoledì 16 maggio 2012

GIORNO 7 NEL NIDO



Finito. Si interrompe qui il diario.
Nonna Nerina non ha più scritto dopo quel giorno, il giorno in cui ha volato ed è nata mia madre.
Mamma non l'ha mai letto, non ha tempo lei, e non crede a queste sciocchezze. Io dico: possibile che fosse lì nella sua pancia e non si sia accorta di nulla? Insomma, hai volato prima ancora di gattonare e non lo sai?!
Io, invece, ho trovato il diario nella cassetta dei rocchetti quando avevo nove anni e da allora l'ho letto e riletto decine di volte. Lo leggo prima di addormentarmi sperando di sognare l'Himalaya oppure lo tengo solo stretto al petto e ripeto a memoria alcune frasi.

Nonna Nerina mi manca, papà dice che ho preso tutto del suo carattere e allora sono fiera e sorridiamo.
Non ho fatto in tempo a domandarle com'è davvero volare ma ogni tanto faccio le prove, mi arrampico fin su dove c'è il nido dell'allodola e poi salto verso l'alto.

Credo sia questione di esercizio e di stupore. I geni ce li ho!   

4 commenti:

  1. questione di esercizio e stupore....... : )
    proprio bello, testo e matite, tutto.

    RispondiElimina
  2. Questa volta ho atteso di leggerlo tutto d'un fiato...è un viaggio bellissimo fatto attraverso ogni linea tracciata ed ogni tua parola...sono esperimenti che sorprendono sempre...alla prossima, spero!

    RispondiElimina
  3. @Serena: grazie mille! : )

    @Rik: puoi immaginare quanto sia stata dura non farla precipitare! ma poi ho capito/sentito che così, con il diario, sarebbe stato molto più bello.

    @Piccikka: Grazie, mi fa molto piacere che ti sia piaciuto anche questo giro! Ce ne sarà presto un terzo, credo. Poi una pausa per altri progetti e poi lo riprenderò di nuovo. Ciao!

    RispondiElimina