domenica 20 novembre 2011

Scritture dallo scorso secolo

Ogni tanto mi piace spulciare fra i vecchi e vecchissimi fogli colmi di versi, impressioni, storie lasciate lì, nelle scatole da camicia - senza più le camicie. Mi siedo per terra e mi imbratto di polvere e ricordi che non ricordavo.
A volte i ritrovamenti sono quasi archeologici, questo risale alla fine degli anni '90.
Ero a Venezia per qualche giorno e questo quadro del sublime Balthasar era appeso ad una parete della stanza in cui alloggiavo.



La Camera - Balthus


Nicola aveva sette anni e già lavorava in una piccola locanda di Torun.
Una mattina entrò nella camera che era suo compito risistemare e la vide: nuda, posata sulla poltrona elegante come un violoncello in attesa d'essere suonato, aveva la consistenza della neve appena caduta.
Nicola tirò con forza le tende per conoscere la morte per la prima volta ed era così bella... Era così bella che Nicola, impietrito a sua volta e innamorato, rimase per sempre in quell'unica posizione di luce.

2 commenti: