domenica 27 aprile 2014

Biglietto per scheletro di elefante proveniente dall'Asia


(scritto a mano con una matita dalla punta tremolante)

Ti ho aspettato a lungo, molto più a lungo di quanto avrei aspettato un nuovo amico,
ti ho aspettato a lungo come quando non ci si poteva telefonare se non a casa,
come quando la pazienza aveva coda e denti, e audacia e lucido pelo.

Seduta alla panchina di Bruntsfield link che avevamo concordato,
con un gambo di primula rosa in equilibrio sulla scapola sinistra,
mi sono chiesta se ti avrei riconosciuto in mezzo alla folla che riempie questi giardini in primavera,
mi sono chiesta se tu mi avresti riconosciuta in mezzo alla folla che riempie i giardini in primavera.

Perché fa tardi? - mi sono chiesta.
Ti ho aspettato ancora dopo averti aspettato, ma tu non sei arrivato.



Nessun commento:

Posta un commento