giovedì 3 novembre 2011

non era per me

Il corriere si ferma davanti al mio palazzo, sono al computer ma riconosco con la coda dell'occhio il rosso del suo furgone. Allora mi alzo, piccola curiosa che non sono altro. Lo osservo dalla finestra mentre cerca un campanello, non lo trova subito: forse è il mio!

Lo preme e io non sento nulla.
Non aspettavo niente, in realtà, ma è sempre bello aspettare qualcosa.

Nessun commento:

Posta un commento